loader image

Sasso di Castalda

Borgo Manca Suite

La tua vacanza a Sasso di Castalda.
Tra natura incontaminata e scenari incantevoli.

Sasso di Castalda È un borgo straordinario fatto di ripide scalette e caratteristiche casette in pietra, arroccate all’ombra di alte rocce, delle vere e proprie opere d’arte, decorate da splendidi balconi fioriti in ferro battuto e affiancate da vicoletti, dai quali si scorgono meravigliose vedute sul paesaggio circostante.

Il Borgo

Sasso di Castalda rientra tra le principali attrattive della nostra meravigliosa regione per la bellezza e la tipicità del Borgo. 

I diversi edifici e luoghi di storico interesse, come la Chiesa dell’Immacolata Concezione (situata proprio in Piazza del Popolo, la piazza principale), all’interno della quale è possibile ammirare dipinti seicenteschi della Madonna e un bellissimo busto del ‘700 di Sant’Emidio;

Il Ponte  alla Luna di Sasso di Castalda

Una delle principali attrattive di Sasso è, sicuramente, il “Ponte alla Luna”, inaugurato il 06 aprile 2017, un macro attrattore costituito da due ponti tibetani tra i più lunghi ed affascinanti del mondo.

Il ponte più breve ha un’altezza inferiore (una sorta di prova per
testare il coraggio dei visitatori), l’altro è decisamente più impegnativo e adrenalinico.

Il percorso dei ponti tibetani si sviluppa lungo le sponde del Fosso Arenazzo, ai piedi del caratteristico centro storico. Si giunge al primo ponte tibetano percorrendo i vicoli del borgo: uno scenario incantevole, fiabesco.

Si procede all’imbracatura ( la sicurezza è davvero massima) e si è pronti per testare il proprio coraggio: percorrere 90m a 70m di altezza non è un gioco.

Si consiglia di procedere lentamente, senza mai distrarsi, ma concedendosi la libertà di osservare il territorio circostante, unico nel suo genere.

Giunti all’altra parte, sulla sponda opposta del Fosso Arenazzo, si procede a piedi lungo stretti sentieri.

Una camminata di circa 15 minuti che porta al Ponte alla Luna, lungo circa 300 metri e sospeso a 120m di altezza.

Il vento fa muovere i cavi di acciaio e si oscilla nel vuoto. La paura è tanta, ma lo spettacolo è indescrivibile: è un’occasione unica per godere di un paesaggio mozzafiato.

Per maggiori info visita il sito https://www.pontetibetanosassodicastalda.com/

I Sapori

La cucina a Sasso di Castalda ha il sapore delle più antiche tradizioni, semplici e genuine.

Punti di forza e tripudio per il palato sono gli stuzzicanti formaggi e salumi. Il saporito e ottimo pecorino è una delle specialità prodotta dalle aziende agropastorali a conduzione familiare del posto grazie alla presenza di pascoli incontaminati.

Secondo lo stesso principio eccellenti sono anche gli insaccati, lasciati essiccare secondo una procedura naturale. Ma il vero piatto tipico del paese è la “Mnestra ‘mbastata”, minestra impastata, ricetta antichissima a base di patate.

Natura e Parchi

L’aria pura, il borgo in pietra, l’imponenza della roccia che lo sovrasta rendono Sasso di Castalda un contesto naturalistico unico.

Qui si sviluppa il “sentiero Frassati”, lungo 22 chilometri, che offre agli amanti del trekking, ma anche della mountain bike, diverse opzioni di percorso.

Seguendo la via delle chiese si svelano in tutta la loro spiritualità i luoghi di culto, mentre lungo la via del grano ci si addentra nell’Oasi del Cervo per ammirare i dolci esemplari di ungulati.

La via dei pastori conduce l’escursionista alle masserie attraverso piccoli tornanti, se si intraprende, invece, la via dell’aria ci si ritrova presso la sorgente Acqua Ceresola, per proseguire fino al magnifico bosco della Costara dotato di una comoda area picnic.
La via del Faggio di San Michele è un ambiente di sorprendente fascino per la presenza di maestosi e vecchi faggi, sotto i quali magari godere un piacevole fresco prima di riprendere il cammino.

Si può procede, quindi, alla volta degli ultimi due percorsi: la via dei boschi e la via delle nevi, votati all’escursionismo ma anche allo sci di fondo, dal momento che essi guidano alla cima del Monte Arioso e si incrociano con piste da sci e impianti di risalita.

Un percorso geonaturalistico, che parte dal centro storico di Sasso, guida alla scoperta delle peculiarità geologiche del comune lucano soddisfacendo le domande dei più curiosi escursionisti circa la formazione delle rocce e le trasformazioni cui sono andate incontro negli anni.

Circondato da boschi, attraversato da corsi d’acqua, e a picco sulla roccia viva, Sasso di Castalda è il piccolo borgo che qualunque amante dell’aria salubre vorrebbe scoprire.

Si sviluppa interamente nel territorio di Sasso di Castalda anche il cosiddetto “Sentiero Frassati”, uno dei tredici presenti in Italia, che grazie alla puntuale segnatura del percorso escursionistico di 22 chilometri consente di visitare interessanti siti storici, archeologici e naturalistici.

Sasso di Castalda è uno dei borghi ricadenti nella meravigliosa area verde protetta del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val D’Agri Lagonegrese, il più giovane dei parchi nazionali italiani, caratterizzato da un’eccezionale biodiversità animale. Il parco comprende borghi di straordinaria bellezza e incantevoli scenari ambientali.

Sport

Nel territorio di Sasso di Castalda insiste l’area sciistica di Monte Arioso, in uno scenario incontaminato, circondato da un panorama tra i più suggestivi e affascinanti della Basilicata.

L’area comprende 6 impianti di risalita, 3 sciovie e 3 tappeti, che consentono alle famiglie con bambini e ai principianti di fruire agevolmente degli spazi. Il collegamento sci ai piedi con la zona di Sellata è garantito dalla presenza della sciovia di collegamento Fosso Neviera, cosicché gli sportivi abbiano a loro disposizione 9 impianti per un totale di 7 km di piste.

Per chi vuole sfruttare ogni spazio del territorio dedicato agli sport invernali, a breve distanza si possono raggiungere le località sciistiche Volturino e Viggiano.

Vuoi maggiori informazioni? Scrivici subito